La birra artigianale: il Piccolo Birrificio Clandestino

In questi ultimi dieci anni in Italia si è sempre più diffuso il concetto di “birra artigianale“, tanto che ormai questa espressione è conosciuta e utilizzata dalla stragrande maggioranza della popolazione.

Ma cosa significa birra artigianale? E’ una birra prodotta da un birrificio di piccole dimensioni, non pastorizzata e generalmente non filtrata.

I principali ingredienti della birra sono il malto d’orzo e/o con il malto di frumento, ai quali vengono aggiunti luppolo, lievito ed acqua. 

Al Real Collegio saranno presenti diversi birrifici artigianali: oggi segnaliamo il Piccolo Birrificio clandestino.

Nato nel 2010 dalla vulcanicità dell’ex homebrewer e Mastro Birraio Pierluigi Chiosi, il Piccolo
Birrificio Clandestino è il primo microbirrificio artigianale sorto nel comune di Livorno, Toscana. Passione, Creatività e Tecnica sono gli ingredienti alla base della sua linea produttiva, comprendente una vasta gamma di birre ad alta fermentazione, per una molteplicità di scelta e di possibili abbinamenti: 14 etichette “continuative” che abbracciano sia stili di ispirazione anglosassone che belga e tedeschi, una linea di birre affinate in legno, una linea di birre con uso di frutta e le “one shot”, figlie della stagionalità e di collaborazioni con altre realtà birrarie.

Birre espressive e di carattere che vogliono unire la piacevolezza e la facilità di
beva alla continua ricerca ed innovazione, con nomi del tutto labronici, che lo legano alla realtà territoriale e che hanno permesso negli anni di collaborare anche con realtà brassicole estere ed ottenere premi e riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

Scopri tutti i birrifici artigianli presenti a Il Desco 2019

Facebook
INSTAGRAM
Pinterest