Dall’Americain Bar di Londra arriva Mirian Nini

 Nella giuria della III Edizione del Drink World Tour , il contest che vede sfidare 10 barlady toscane con la creazione di un cocktail, realizzato con i prodotti locali, ci sarà anche Mirian Nini, direttamente dall’Americain Bar di Londra.
Ecco cosa dice di lei stessa:
“Sono di Monza e ho iniziato la mia avventura a Londra 6 anni fa.
Come la maggior parte degli italiani sono partita per l’Inghilterra con lo scopo di stare solo per un anno e imparare la lingua.
Ho trovato il mio primo lavoro a Londra nella ristorazione, una delle soluzioni più facili non parlando nemmeno una parola d inglese
Ed è lì che uno dei manager al tempo ha notato la mia dedizione e il mio potenziale È lì che ho avuto la mia prima vera chance di stare dietro al bar, lui è stato il primo ad ispirarmi, insegnarmi i cocktails e spingermi ad entrare nel mondo degli spirits e mixology
Dopo un anno e mezzo ho iniziato a lavorare come Bartender in uno dei Members Clubs più rinomati di Soho dove ho speso 5 anni della mia carriera crescendo da Bartender ad Assistant Bar Manager
Durante questi anni ho avuto la possibilità di lavorare con persone che mi hanno trasmesso la loro passione e le loro conoscenze portandomi sempre di più a pensare cosa avrei voluto fare da grande.
Negli ultimi due anni mi sono anche lanciata nelle Cocktail Competition, dove ho ottenuto diversi risultati molto soddisfacenti per la mia carriera, questa è stata anche la mia occasione per creare, mettermi in gioco con altri bartenders ma sopratutto estendere il mio knowledge e stimolare la mia fantasia.
La mia carriera al Groucho si è conclusa a giugno di quest anno dove ho iniziato a lavorare come Senior Bartender al Americain Bar, un classico American Bar che serve classic cocktails ma anche original signature sempre rimanendo in tema con il design Art Deco del bar stesso
Il Americain Bar ha un atmosfera magica e antica ma moderna nel servizio e le tecniche utilizzate nei nostri drinks. Un posto dove le persone dell’industria si sentono a casa ma allo stesso tempo un posto dove tutti sono ispirati a provare ad avvicinarsi al mondo dei cocktail.
Americain Bar è stato teatro di una storia che torna indietro al 1915, fu persino il bar di Dick Bradsell.
La mia esperienza come Barlady è stata sempre molto challenging, non tutti apprezzano e rispettano la figura femminile dietro il bar, e questo mi ha dato sempre tanta forza e voglia di continuare, migliorarmi e provare a tutti che si sbagliavano. Sono molto fiera che la figura femminile si sta facendo valere all’interno dell hospitality industry e continuerò a lavorare per affermarmi nell’industria visto che oramai e diventata non solo un lavoro ma una passione.

Facebook
INSTAGRAM
Pinterest