Come sarà la pasta nel 2050?

Negli anni ’60 sognavamo tutti un futuro nello spazio fatto di viaggi sulla luna, con la convinzione che avremmo avuto il cibo in pillole e i bambini volevano diventare astronauti.

Per fortuna il pasto conviviale, la ricerca dei sapori, l’amore per la cucina continua sempre ad interessare tutti  e oggi i bambini voglio diventare cuochi.

In occasione del World Pasta Day 2019, che si celebra a ottobre, i pastai italiani tornano a celebrare l’unicità della pasta e dello stile di vita italiano.

Come sarà la pasta fra 30 anni?

ecco le tendenze del prossimo futuro individuate dalla piattaforma Al Dente:

#1. Io mangio classico: la pasta al pomodoro resta portabandiera della dieta mediterranea nel mondo, come emerge da un sondaggio condotto sui millennials

#2. Io mangio etico: pasta, verdure e sostenibilità

#3. Io mangio globale: un mondo di contaminazione, la nostra pasta si fonderà sempre più con altri stili

#4. Io mangio diverso: pasta con ingredienti tutti da scoprire

#5. Io mangio semplice: la pasta sempre più essenziale e salutare. less is more. Il futuro sarà all’insegna della semplicità

#6. Io mangio consapevole: la sfida della corretta informazione per ribadire che la pasta è buona, sicura e sostenibile

Innovare si ma nella tradizione e la qualità dei prodotti.

Facebook
INSTAGRAM
Pinterest