Fagiolo Stringa

fagiolo stringaI Fagioli a Stringa, detti comunemente “le Stringhe” e conosciuti anche come Serpenti, sono un tipico fagiolo rampicante lucchese. Unico nel suo genere per forma, tradizione e importanza!

 

 

La pianta da cui nasce il fagiolo è rampicante con fusti che arrivano a misurare fino a tre metri, per questa ragione necessitano di una spalliera e sono ancorate al terreno da una robusta radice fittonante. Il frutto, la parte edule della pianta, è data da lunghi baccelli di colore verde chiaro ed il seme ha un colore rosato.

Il periodo di produzione è primaverile-estivo, la raccolta avviene non oltre agosto, quando i fagioli raggiungono una lunghezza di circa 40-50 cm. In genere vengono raggruppati in mazzette calibrate in base alla lunghezza

Hanno un gusto deciso, del tutto particolare molto diverso dai comuni fagiolini verdi; un po’ amarognolo ed erbaceo, quasi terroso e si cucinano soprattutto in umido, con il sugo di pomodoro fresco.

Le modalità di preparazione sono varie, ma non differiscono per il primo passo: lessare le stringhe è vivamente consigliato per togliere un pò il sapore erbaceo che le caratterizza. Successivamente si possono condire in innumerevoli modi, i principali sono con un buon olio extravergine di oliva ed un pizzico di sale, in umido con sal

prepararlo lessato e di condirlo con un buon olio extra vergine d’oliva, oppure le Stringhe in umido con salsa di pomodoro e Cipolla Lucchese.