Carne bovina della Garfagnana e Valle del Serchio

mucca_della_garfagnanaDenominazione del marchio collettivo che identifica la carne bovina prodotta in Garfagnana e Media Valle del Serchio secondo un disciplinare di produzione che garantisce l’alta qualità dalle carni prodotte e che prevede la permanenza degli animali in stalle ubicate nel territorio della Garfagnana e Media Valle del Serchio per un periodo minimo di 10 mesi. L’alimentazione deve essere effettuata con foraggi di provenienza aziendale, integrata con prodotti di origine vegetale, escludendo l’impiego di auzinici. Le aziende sono sottoposte a controlli da parte dei tecnici dell’Associazione Provinciale Allevatori in merito al rispetto delle norme contenute nello stesso disciplinare ed all’adeguatezza delle strutture di allevamento dell’azienda, che non devono arrecare sofferenza agli animali. Gli allevatori locali, come al tempo dei nostri nonni, crescono gli animali con tecniche tradizionali e, spesso, allo stato brado. La macellazione deve avvenire solo presso mattatoi convenzionati, che sono sottoposti a maggiori controlli, e dove viene effettuata la marchiatura delle carcasse a fuoco, dopo il nulla osta rilasciato dall’organo gestore del marchio. A questo punto la carne bovina della Garfagnana e Valle del Serchio arriva nelle macellerie convenzionate, che devono offrire la carne nel banco separatamente dagli altri tagli; permettendo così di individuarla facilmente. Deve, inoltre, essere esposto il certificato d’identità del bovino da cui è possibile individuare la tracciabilità del prodotto.

Le ricette che adoperano la carne bovina si presentano sia nei primi piatti, sia nelle seconde portate delle tavole lucchesi. I Maccheroni alla lucchese , i Matuffi , le Rovelline , sono solo alcune delle ricette che vi consigliamo.